Come nasce una torta artistica.

Travolta da una insolita passione per i dolci  e per le torte artistiche, oggi mi sento di trasmettere questo sentimento a chi volesse seguirmi sul mio sito.

Magari potrebbe essere sufficiente pubblicare qualche foto per far nascere in voi il desiderio di decorare artisticamente tutto quello che potreste trovarvi sotto mano… decidendo,   ad esempio, di sagomare una lasagna, oppure, presi da un insano estro creativo, potreste  impilare tre o piu’ bistecche; la salsa verde, poi, aggiungerebbe un meraviglioso effetto cromatico.

Ho cercato di fare un piccolo reportage fotografico di una delle mie ultime creazioni….ma forse, dopo essermi cosi’ tanto esercitata nel perfezionare le torte, avrei dovuto esercitarmi nel fare anche delle foto un po’ piu’ decenti !!!! Dopo tentativi reiterati, mi sono dovuta arrendere all’evidenza: quello della fotografia e’ un dono che io non avro’ mai, nemmeno con l’ausilio dei piu’ potenti mezzi fotografici odierni!

Preso atto di  questa mia incapacita’,  posso sempre cercare di pubblicare delle miniature che forse  porteranno una maggiore ispirazione culinaria in tutti voi!

Come e’ facile vedere, una volta sfornate le torte e rivestite con uno strato di fondente, passiamo a rendere la struttura piu’ forte, cosicche’ possa essere in grado di sopportare il peso dei ripiani successivi senza che la torta  di base si deformi minimamente. Ricordatevi: a lavoro ultimato, il dolce dovra’ sembrare finto!! E’ il miglior complimento che vi possano fare (quando si parla di torte artistiche, e’ ovvio).

Et voila’! Questo e’ risultato che dovete ottenere prima di passare a decorare il dolce.

Per la decorazione, ci risentiamo il piu’ presto possibile.

Francesca.

Questa voce è stata pubblicata in preparazione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.